prosciutto intero

Il prosciutto intero: gusto e tradizione da “Il Pino e la Querce”

Sappiamo bene quanto il prosciutto rappresenti un simbolo del Made in Italy nel mondo e un’eccellenza costantemente presente sulle nostre tavole. Sempre più spesso le persone acquistano il prosciutto intero così da risparmiare e assicurarsi nel tempo la possibilità di mangiare un cibo sano e gustoso.

In questo articolo vedremo:

  • curiosità sul prosciutto intero;
  • il metodo di lavorazione;
  • il prosciutto “il Pino e la Querce”. 

Curiosità sul prosciutto intero

Prima di ogni cosa ci chiediamo: come fare per tagliarlo e in che modo conservarlo nella propria casa?

Da tenere presente che esistono due distinte tipologie di taglio:

– taglio all’italiana, caratterizzato da fette molto lunghe;

– taglio spagnolo, che invece prevede di ottenere piccoli tranci.

Il prosciutto si fa con la coscia di maiale, adeguatamente arrotondata e messa sotto sale per un certo periodo di tempo.

Fare il prosciutto non è complicato, è però cosa delicata. Prendi la coscia, la condisci per bene (aglio, pepe, aceto, sale) e la metti in frigo. Dopo qualche settimana il prosciutto salato, condito e parzialmente disidratato è pronto per andare a riposo per mesi, in un ambiente a temperatura bassa e umidità regolare.


Successivamente viene ripreso di nuovo e viene “lavato” con acqua e unto con olio extravergine d’oliva e poi viene reidratato con grasso di maiale macinato e salato e ulteriormente impepato e rimesso a stagionare per un altro anno.

Dunque, un nostro prosciutto è fatto rigorosamente a mano, e viene manipolato non meno di cinque volte prima di essere pronto per essere mangiato.

Il metodo di Lavorazione

Il metodo di preparazione segue le procedure tradizionali della classica rifilatura ad arco a cui fa seguito un’abbondante speziatura che caratterizza il sapore di questo prodotto.

Solitamente la stagionatura non deve essere inferiore a dodici mesi, alla fine dei quali il prosciutto ha assunto un sapore complesso e delicato nello stesso tempo, che si abbina bene anche per accompagnare formaggi stagionati.

Il prosciutto “Il Pino e la Querce”

Il nostro prosciutto intero è costituito dalla coscia e dalla natica del maiale, compresa la zampa di maiale.

Il prosciutto viene stagionato con pepe nero per un minimo di 12 mesi, dopo una fase preparatoria di circa 1 mese in cui viene “massaggiato” con una miscela di pepe, aceto e aglio e poi ricoperto di sale.

La carne del prosciutto intero è di colore rosso vivo, con marmorizzazione evidente e un notevole spessore di grasso bianco rosato.

Sapore e aroma molto pronunciato, tipico di questo prodotto.

La lavorazione del Prosciutto Intero Toscano risale al Medioevo.

Già nel IX secolo nei giorni d’inverno, sulle colline che circondano Arezzo, Siena e Grosseto, le famiglie contadine erano solite partecipare a una cerimonia, quasi un rito sacro: l’uccisione del maiale.

Vuoi scoprire tutte le sfaccettature del prosciutto intero di loro produzione? Non devi far altro che curiosare sul loro sito, oppure contattarli per soddisfare ogni curiosità sul nostro prosciutto intero, o su qualunque loro prodotto! Che aspetti? Contattali per saperne di più!